Torna indietro

Uva di volpe

Paris quadrifolia L. Descrizione Inconfondibile pianta di sottoboschi umidi, caratteristica per le quattro foglie ovali e sessili (rara- mente cinque) unite a formare una stella piana all’apice del fusto alto 20-30 cm. Al centro spunta il fiore, poco appariscente, portato da un peduncolo di 3-6 cm e formato da “petali” filiformi di colore verde. Ben più visibile è il frutto, osservabile dopo la fioritura: una bacca nero-bluastra di 1 cm, molto invitante ma estremamente velenosa! Spesso si possono osservare gruppi molto folti, composti da numerosi individui generati direttamente dai rizomi sotterranei.
Ambiente Vive a mezz’ombra, in boschi umidi di quercia e faggio e in boschi misti di aghifoglie, fino ai 2000 m di quota. Tossicità L’intera pianta è velenosa, le bacche in particolare provocano una seria sintomatologia dolorosa con angoscia, ma raramente la morte. Va prestata attenzione ai bambini, tentati dalla vista di questa elegante e particolare bacca. Curiosità Il nome specifico quadrifolia si riferisce alle 4 foglie riunite in verticillo all’apice del fusto fiorale, da cui altri nomi comuni come “erba crociona” ed “erba crociola”. Il nome comune “uva di volpe” si riferisce alle bacche scure che assomigliano a grossi grani di uva. Free shipping,Discount 10% generic tadapox cialis generic buy motilium domperidone uk generic sildalis order prednisolone online buy prozac fluoxetine online

Comments are closed.