Torna indietro

Trincee

Cosa sono Si tratta di opere di fortificazione costruite soprattutto lungo i crinali, formate da lunghi fossati scavati nel terreno e delimitati da parapetti con feritoie di sassi e povero cemento. Dove e quando sul Monte Baldo Le trincee che oggi si osservano sul Monte Baldo, ad esempio dal Cavallo di Novezza, al M.Cerbiolo, passando per punta delle Redutte sono ciò che rimane delle linee del fronte italiano, costruite ed utilizzate durante la I° Guerra Mondiale. Si tratta di trincee per la “difesa ad oltranza”, l’ultima difesa organizzata per il contenimento del nemico. In realtà, sul Monte Baldo meridionale, non furono mai utilizzate in combattimenti diretti contro gli Austriaci: le prime linee e le trincee avanzate, dove si è combattuto erano posizionate più a nord, oltre l’attuale confine con la provincia di Trento (Loppio, Brentonico, zona a Nord dell’Altissimo di Nago). Curiosità Oggi le trincee sono in gran parte nascoste da folti boschi di conifere e latifoglie: chiaramente quando vennero costruite dovevano essere in grado di vigilare tutto il versante e pertanto allora i poveri boschi furono totalmente rasi al suolo! Finite le esigenze belliche l’uomo tornò a riparare anche quei danni: ecco il motivo di molti rimboschimenti artificiali su terreni resi poverissimi dalla pluridecennale mancanza di vegetazione.