Torna indietro

Scarabeo stercorario

Geotrupes vernalis L. Descrizione Caratteristica di questo scarabeo è la colorazione scura del corpo, con riflessi metallici blu- violacei sulle ali e sulle parti inferiori. È un coleottero, grande circa 1,5 cm, che possiede ali anteriori totalmente indurite (elitre), non più usate per il volo, ma come protezione per il corpo. Ha tre paia di zampe molto grandi e robuste, usate per scavare, e antenne piccole e piegate a ginocchio lateralmente. Ambiente È diffuso in tutta Europa fino all’Asia minore. Lo si incontra facilmente lungo i sentieri dalla collina alla montagna, in particolare nei pascoli, dove è comune e frequente vicino agli escrementi bovini ed equini. Comportamento e curiosità Sia la larva sia l’adulto si nutrono di escrementi (coprofagi) e la loro presenza è molto importante per l’ecosistema poiché, eliminando lo sterco, attivano il ritorno dell’azoto e di altri elementi nel suolo. Particolari sono le cure che i genitori dedicano alla prole. La coppia prepara un nido per le giovani larve: si tratta di un pozzo verticale a forma di imbuto, al termine del quale si trovano numerose gallerie orizzontali lunghe circa 20 cm riempite di escrementi. L’accoppiamento ha luogo in una camera situata sotto il pozzo, le uova vengono poi deposte, una per ogni camera, chiudendo l’entrata con altri escrementi. Caratteristica costante è la presenza, sul ventre di questi insetti, di piccoli afidi parassiti di colore giallognolo.