Torna indietro

Pozza d’alpeggio

Caratteristiche È una piccola raccolta d’acqua stagnante, così chiamata perché utilizzata dai bovini al pascolo nel periodo estivo (alpeggio). Quasi tutte costruite dall’uomo, le pozze hanno contorno generalmente circolare, diametro che varia da 5 a 65 m e profondità che raramente supera 1 m. Nelle zone a geomorfologia carsica, quali il Monte Baldo, esse rappresentano gli unici ambienti acquatici della fascia montana e rivestono quindi un ruolo fondamentale per la sopravvivenza di molte specie animali e vegetali. Sul Monte Baldo Sono presenti nella zona dei pascoli, tra gli 800 e i 1600 m di quota, dove è ancora praticato l’alpeggio. Le dimensioni medie si aggirano attorno ai 20-30 m di diametro ma alcune sono più grandi e superano i 50 m (pozze di Naole, Valfredda – Crocetta e “Due Pozze” a Prada). Dove e come Per la costruzione si sceglievano zone ventilate, dove era maggiore l’ossigenazione dell’acqua, talora fondo di vallette o doline oppure dove era presente un piccolo bacino idrico che convogliasse l’acqua piovana. Per impermeabilizzare il fondo veniva steso, pressato e compattato uno strato di argilla non inferiore ai 20 cm. Negli ultimi anni molte pozze sono scomparse e altre stanno scomparendo a causa soprattutto dell’abbandono delle pratiche dell’alpeggio, dell’incuria e della sostituzione con abbeveratoi in cemento, con conseguente enorme perdita per la ricchezza e diversità ambientale!