Torna indietro

Parnassia palustre

Parnassia palustris L. Descrizione Ha fiori solitari grandi fino a 3 cm, con 5 petali bianchi solcati da deboli venature più scure. Gli steli fiorali, lunghi 10-30 cm, portano una sola foglia abbracciante, mentre tutte le altre foglie sono riunite alla base della pianta, con lamina cuoriforme e lungo picciolo. È inconfondibile al momento della fioritura, perché è l’unico fiore bianco di fine estate. Ambiente Vive al sole negli spazi umidi dei pascoli poveri, su prati torbosi e rocce bagnate, vicino a torrenti, cascate o su massi interessati da stillicidio. Sulle nostre montagne è comune fino ai 2000 m di quota. Usi facili Un tempo era usata per aiutare la digestione e si riteneva che favorisse la funzionalità del fegato e sciogliesse i calcoli intestinali. Contiene sostanze tanniche con azione astringente, tonica ed antiemorragica. Curiosità La specie è impollinata da insetti che sono attratti dal suo lieve profumo dolciastro e sono guidati verso il polline dalle delicate venature dei petali. Il nome del genere Parnassia è legato alla mitologia greca e deriva da Parnaso, montagna della Grecia sacra ad Apollo. Il nome specifico palustris deriva invece dalla preferenza per ambiente umidi o inondati quali torbiere o bordi di ruscelli. Free shipping,Discount 10% generic tadapox cialis generic purchase motilium tablets generic sildalis order prednisolone online buy prozac fluoxetine online