Torna indietro

Muscari botrioide tipico

Muscari botryoides (L.) Mill. subsp. botryoides Descrizione I piccoli fiori ovoidali, di colore blu intenso, sono raccolti in racemi densi all’apice di un fusto alto 10-20 cm. Le foglie basali, generalmente 2 o 3, sono erette con apice contratto e più corte di quelle di tutti gli altri muscari, raggiungendo al massimo i 20 cm. I fiorellini hanno la corolla saldata a formare un tubo rigonfio, azzurro, con la fauce biancastra. Ambiente Lo si può osservare fiorito in primavera, già a febbraio in pianura nei vigneti, nei prati, nei pascoli e al margine di boschi, fino ai 1600 m di quota. Usi facili Un tempo i fiori di questa pianta e di altre dello stesso genere, erano usati per tingere. In particolare era abitudine colorare le uova sode, da mangiare poi all’aperto durante la scampagnata del lunedì di Pasquetta. Curiosità Muscari deriva dall’odore di muschio dei fiori di alcune specie. Il nome specifico botryoides deriva dal greco “botrys”, che significa grappolo, in riferimento ai fiori globosi riuniti in inflorescenze dall’aspetto proprio di grappoli. Free shipping,Discount 10% generic tadapox cialis generic buy motilium domperidone uk generic sildalis order prednisolone online buy prozac fluoxetine online