Torna indietro

Maggiociondolo di montagna

Laburnum alpinum (Mill.) Bercht. & J. Presl Descrizione Piccolo albero o arbusto, alto al massimo 7-8 m, con rami giovani verdi e portamento molto irregolare. Ha fiori gialli, in grappoli penduli lunghi oltre 20 cm, che formano spettacolari e profumate fioriture nella tarda primavera. Le foglie sono trifogliate ad apice acuto, con lungo picciolo e i frutti sono legumi compressi, non pelosi, lunghi 4-8 cm, contenenti semi bruni velenosi. Ambiente Cresce per lo più in montagna sino ai 1700 metri dove vive in luoghi rocciosi e soleggiati. È considerato un precursore del bosco perché colonizza i pascoli e, in un secondo momento, quando il nuovo bosco lo pone in ombra, esso scompare, mantenendosi vitale lungo i bordi assolati e nelle radure. Tossicità Tutta la pianta è velenosa! Contiene una sostanza altamente tossica, la citisina, ad azione simile alla nicotina e concentrata particolarmente nei semi. Le sue foglie sono state usate come succedaneo del tabacco durante la prima Guerra Mondiale. Curiosità Il legno, bruno-verdastro, duro, pesante ed elastico, molto durevole all’aperto e in acqua, è adatto per lavori al tornio e di ebanisteria e un tempo era impiegato anche per la costruzione di archi. È usato come arbusto ornamentale per macchie e per siepi. Free shipping,Discount 10% generic tadapox cialis generic purchase motilium tablets generic sildalis order prednisolone online buy prozac fluoxetine online