Torna indietro

Grillo campestre

Gryllus campestris L. Descrizione È un insetto dello stesso ordine delle cavallette e come queste caratterizzato dal terzo paio di zampe molto lunghe e adattate al salto. Il corpo ha forma larga e appiattita e dimensioni di circa 2 cm. Ha testa molto grande con due lunghe antenne rivolte posteriormente. Le ali anteriori sono coriacee, mentre le posteriori sono ridotte o assenti, perciò la specie è incapace di volare. Le femmine si distinguono dai maschi per il lungo ovopositore posteriore: una lunga “spada” che serve loro per deporre le uova. Ambiente Vive in prati, campi, giardini, ambienti sabbiosi dal livello del mare fino alle zone montane. Comportamento e curiosità Tutti conoscono il canto dei grilli, una sola nota ripetuta incessantemente, ma forse pochi sanno che si tratta di un canto nuziale dei maschi, prodotto dallo sfregamento delle ali anteriori l’una contro l’altra. Dopo il periodo dell’accoppiamento, che avviene tra maggio e giugno, la femmina depone le uova in luoghi riparati. I grilli sono animali gregari, ma prima del periodo invernale ognuno scava la propria tana in cui trascorrerà l’inverno. La dieta è molto varia, tuttavia prediligono le sostanze vegetali. Hanno mandibole molto potenti e, se maneggiati o molestati, si difendono provocando dolorosi morsi.