Torna indietro

Code rosse

Epilobium angustifolium L. Descrizione È un’elegante pianta dal fusto alto fino a 2 m, che porta all’apice una pannocchia lassa di fiori roseo- violetti. Ogni singolo fiore, di 3 cm, ha 4 sepali esterni lineari dello stesso colore dei 4 larghi petali. Le foglie sono lanceolate disposte lungo il fusto e i frutti sono capsule lunghe fino a 5 cm, che a maturità si aprono in 4 parti. I leggerissimi semi liberati sono provvisti di una lanugine sottile che ne permette la dispersione al vento. Ambiente Vive su pendii pietrosi e terreni smossi ricchi di sostanza organica, al di sopra dei 500 m di quota. Usi facili Nella medicina popolare la radice era usata come detergente e astringente in caso di afte, piaghe e infezioni della bocca. I giovani getti possono essere mangiati in insalata o cotti come gli spinaci e con foglie e fiori essiccati si preparano dolci infusi. Specie simili Specie simili, appartenenti al genere Epilobium L., tutte a fiore viola più o meno rosato, sono: E.montanum L. presente nelle radure e al margine di boschi umidi; E.hirsutum L. di ambienti umidi e inondati; E.dodonei Vill. che vive su greti, ghiaie alluvionali e terreni smossi. Curiosità Fu dall’osservazione di questa specie che, nel 1793, il botanico tedesco Sprengel intuì che l’impollinazione delle piante era effettuata dagli insetti. Epilobium si riferisce alla posizione dei petali che sono inseriti superiormente rispetto all’ovario, mentre il nome specifico angustifolium è da ricondurre alla forma allungata delle foglie. Free shipping,Discount 10% generic tadapox cialis generic buy motilium 10 uk generic sildalis order prednisolone online buy prozac fluoxetine online

Comments are closed.