Torna indietro

Carice del Monte Baldo

Carex baldensis L. Descrizione È una pianta che forma piccoli cespi di foglie coriacee ma sottili, lunghe quanto il fusto. I fiori, visibili tra maggio e luglio, sono bianco candidi, ma poco appariscenti e riuniti in un capolino terminale compatto all’apice di fusti eretti, a sezione triangolare, altri 15-20 cm. L’infiorescenza sferica porta alla base i fiori femminili e in alto quelli maschili. Ambiente La si osserva nei pascoli aridi montani, nei prati assolati e sassosi, fino alla zona delle vette. La specie è un endemismo prealpino, presente dai M.ti Lessini alle Grigne bergamasche. La specie è considerata un “relitto glaciale” poiché, durante i freddi periodi quaternari, è sopravvissuta solo su queste montagne, che emergevano come isole nel mare di ghiacci.
Curiosità Il colore bianco che assume il capolino fiorale è dovuto alle “glume” che formano i piccolissimi e poco evidenti fiori e che hanno una colorazione bianco-candida. Il nome del genere Carex deriva dal greco “keíro” che significa “tagliare”, ad indicare il bordo tagliente delle foglie di alcune specie. Il nome specifico baldensis, deriva proprio da “M. Baldo”: oltre ad essere stata descritta e studiata su questa montagna la pianta è confinata qui ed in altre poche zone vicine. Free shipping,Discount 10% generic tadapox cialis generic buy motilium 10 tablets generic sildalis order prednisolone online buy prozac fluoxetine online