Torna indietro

Bambagia selvatica

Antennaria dioica (L.) P. Gaertn. Descrizione I piccoli fiori di questa pianta dioica sono raccolti in capolini non più grandi di 1 cm, di colore bianco o rosato e sono portati da uno scapo fiorale alto al massimo 10 cm. Caratteristiche sono anche le foglie, raccolte in una rosetta basale, grigio-verdi sulla pagina superiore, argentee per una fitta peluria sulla pagina inferiore. Sembra quasi una stella-alpina senza “petali”. Ambiente Fiorisce in estate sui suoli asciutti con humus acido in cespuglieti, in pascoli alpini e subalpini, dalla collina fino alle cime. Usi facili Le si riconoscono virtù terapeutiche come espettorante e sedativo della tosse, calmante, emolliente e coadiuvante delle funzioni digestive, usata anche in omeopatia. Curiosità Uno dei nomi con cui viene chiamata è “zampa di gatto”, che deriva dalla forma e consistenza dei morbidi capolini della pianta. Il nome specifico dioica, dal greco “doppia casa”, si riferisce al fatto che i fiori maschili e quelli femminili si trovano riuniti in capolini distinti.

Comments are closed.