Torna indietro

Allocco

Strix aluco L. Descrizione È un rapace notturno di circa 38 cm. Ha becco ad uncino da predatore, zampe con forti artigli per afferrare le prede. Anche se nella specie sono assenti i ciuffi auricolari, presenti invece nei gufi, l’allocco ha un ottimo udito. Ha occhi neri, molto grandi, adatti per vedere anche con poca luce, posizionati frontalmente anziché ai lati del corpo: questo consente una visione stereoscopica tridimensionale e una valutazione precisa delle distanze. Ambiente In Italia è comune e diffuso dalla pianura alla montagna, fino ai 1400 metri di quota. Preferisce gli ambienti boschivi di latifoglie con alberi maturi e vecchi, alternati ad aree aperte, che costituiscono il territorio di caccia. Frequenta anche le campagne coltivate, i parchi e i giardini, dove trova siti idonei di nidificazione. Comportamento e curiosità È un animale strettamente notturno che può essere più facilmente udito che avvistato. Il verso, emesso principalmente da ottobre a marzo, è un bubbolio prolungato: un profondo “uuuu-u-uuuuuuu”. Si nutre di topi, arvicole, altri roditori e piccoli uccelli, inghiottendo le prede intere, senza smembrarle. Le parti che non riesce a digerire, pelo e ossa, vengono rigurgitate in una massa compatta detta “borra”, facile da rinvenire nei luoghi frequentati dalla specie.