Torna indietro

Il giardino mistico di Venezia

Nasce in questi giorni a Venezia il giardiono mistico dei carmelitani scalzi presso l’antico brolo del convento del Carmelo e la chiesa di S. Maria di Nazareth vicino alla stazione di S.Lucia. carmelitani_scalzi_venezia_01 (foto di repertorio dal sito http://www.inthemoodforlove.it). Il restauro del giardino è stato curato dall’Arch. Giorgio Forti ed è aperto con visite guidate. Il giardino mistico è un tassello importante nella storia erboristica del nostro paese, ma andiamo con ordine. I giardini nascono nell’Europa dell’alto medioevo come simbologia cristiana di luogo appartato e bello (l’etomologia è incerta se derivi dall’indoeuropeo Garth En, spazio recintato, o dal semitico Gard Oden, il luogo dei fiori), luogo in cui nei conventi i monaci si appartavano per le loro meditazioni o opere mistiche. Degli antichi giardini mediovali non sono rimasti esempi, purtroppo, perchè avevano una pianta molto particolare legata alla parola biblica. Certamente, come è uso anche oggi, i monaci ne utilizzavano una parte per produrre cibo per il proprio sostentamento, una parte per la coltivazione della vite per la produzione del vino per le messe e una parte per la produzione delle piante officinali per la produzione di medicinali. Il giardino mistico è stato costruito anche con l’aiuto dell’Orto Botanico del Monte Baldo. Abbiamo ‘prestato’ ai Carmelitani Scalzi l’esperto agronomo Lorenzo Roccabruna, direttore tecnico dell’Orto Botanico e collaboratore della Cooperativa Sociale Centro di Lavoro San Giovanni Calabria, per la raccolta e la posa delle piante officinali che andranno a formare il giardino mistico. Per chi volesse ulteriori informazioni sul giardino dei carmelitani può cliccare sul link qui in basso http://www.carmeloveneto.it/joomla/news/182-scalzi-tra-terra-e-cielo-nasce-il-giardino-mistico

Comments are closed.

© 2019 Parco Naturalistico Scientifico di Novezzina. Diritti riservati. Privacy Policy.